Navigation Menu+

Shiro

Inizio 2012  –  Evviva! Shiro il pelosone rimane con la sua famiglia!

La situazione lavorativa del proprietario si è fatta più stabile e Shiro può rimanere felice a casa sua, coccolato da Claudio e dalla sua fidanzata

 

NOME DEL CANE Shiro PROVENIENZA
SESSO Maschio ATTUALMENTE PRESSO presso il proprietario a Bolzano
ETÀ 1 anno e 10 mesi ZONA DI ADOTTABILITÀ
SCHEDA AGGIORNATA AL
27/09/2011 PER INFO CONTATTARE
Claudio 328 7054026

Shiro è un Akita Inu a pelo lungo di 1 anno e 10 mesi, in genere molto socievole ed espansivo con le persone ma con una personalità ben spiccata come ogni Akita: ha le sue preferenze.
L’attuale proprietario ha un lavoro sempre più impegnativo, che già ora lo costringe talvolta a lasciare il cane in pensione o da amici. Ora però è in previsione un trasferimento all’estero, e forse la scelta migliore per il cane è proprio trovargli una nuova famiglia il prima possibile.
Shiro è molto territoriale, abituato ad essere il padrone di casa, e non va d’accordo con gli altri cani. E’ cresciuto in appartamento con a disposizione un ampio terrazzo e il parco sotto casa, e il proprietario spererebbe di trovargli una nuova casa con un bel giardino.

E’ un cagnetto meraviglioso, davvero abituato ad essere gestito da persone diverse: sicuramente si adatterà velocemente ad una nuova famiglia!

 

21 Comments

  1. buongiorno,sapete che il padrone vuole soldi vero?se ne occupava una volontaria di bolzano che doveva farlo adottare ma poi lui voleva un gabbm di soldi altro ché adozione

  2. sapete che il proprietario vuole dei soldi? se ne occupava una volontaria di bolzano e lui voleva un sacco di soldi per il cane, altrochè nuova famiglia!

  3. Ciao Giulia, grazie di averci informato. Oggi stesso contatteremo il proprietario per avere chiarimenti. Grazie ancora.

  4. posso mettervi se volete in contatto con la volontaria di bolzano ke se ne occupava. essendo di bolzano conosciamo PURTROPPO bene la storia. all’inizio a noi aveva detto ke loregalava a una buona famiglia, l’avevamo trovata e venivano avedero da tempo. il giorno prima dell’adozione ha kietso 500 euro. vi vorrei far notare inoltre ke il cane è un AKITA a PELO LUNGO quindi fuori standard ke lui dice di aver comprato in un allevamento lager spendendo euro 800. l’ha fatto tosare IN ESTATE qui a bolzano procurandogli una gravissima dermatite ke nn si riusciva a curare, e nonostante questo LO VENDEVA xk diceva k aveva speso tanto x le medicine. no comment.

  5. Grazie Giulia, mandaci pure una mail a info [at] akitarescue.it con il contatto della volontaria, saremo felici di parlare con lei.

  6. Ciao,carissima Giulia, prima di infamare le persone in questa maniera, magari non sapendo i fatti fino alla fine, e visto e considerato che Shiro non viene ceduto dietro alcun compenso, il fatto che racconti è raccontato male.
    Shiro è stato preso in un allevamento, gia malato di Parvovirosi, come relativi accertamenti e ricovero può dimostrare, avviata causa legale nei confronti dell’allevatore e vinta con un piccolo patteggiamento, tramite avvocato di Bolzano, sono stati spesi più di 1000 euro per salvarli la vita.
    Shiro è stato tosato dopo attenta visione di una professionista di toelettatura di Bolzano, che si è addirittura confrontata in sede di esposizione con altri professionisti, è stato toilettato per pietà di un estate molto calda e pensando di farli bene, non ha una dermatite ma uno shock da tosatura come un noto veterinario di Bolzano può confermare.
    la questione del compenso era cosi, non si voleva un compenso di vendita del cane, ma un piccolo gesto di aiuto dopo le innumerevoli spese sostenute.
    La signorina volontaria che menzioni alla richiesta che poteva essere anche un NO, ha iniziato ad urlare e minacciare di farlo portare via con la forza! alchè io non mi lascio intimorire e ho repplicato che Shiro non sarebbe piu’ stato dato in addozione ne a lei ne a qualcuno che avrebbe portato.
    Ma ora visto la mia posizione pubblica a Bolzano,è il tuo infamarmi pubblicamente,chiederò al mio legale la procedura più rapida per tutelarmi dalla tue ingiurie.
    Cordiali saluti

    • Abbiamo parlato a lungo con Claudio e siamo perfettamente d’accordo che non vi è alcuna intenzione da parte sua di chiedere denaro per la cessione di Shiro. Per quanto accaduto in passato vi invito a deporre le armi, e a considerare che spesso è facile fraintendere le motivazioni altrui.
      So che la tentazione di difendere la propria posizione è fortissima, ma vi prego di considerare che la cosa principale è pensare al bene del cane. Shiro ha comunque ancora bisogno di una casa .

  7. nessun problema, abbiamo tipo 5 testimoni di quello che diciamo. vedremo ki racconta balle.facci pure contattare dal tuo legale. e speriamo tu nn venda il cane, xke bolzano e piccola e le cose si sanno. nessun problema, siamo qui apposta, noi ke siamo vere volontarie.

  8. francesca non ha mai minacciato di farlo portar via con la forza xke quella sera ero con lei. purtroppo hai sbagliato persona a cui raccontar balle. hai kiesto 400 o 500 euro non ricordo, una cifra spropositata visto che chiedevi un aiuto! e ricordo bene che a me hai detto al telefono che tu non hai bisogno di soldi perchü ti escono dalle orecchie e che noi eravamo delle poverette. non dimentikiamo tranquillo.

  9. ps. sentiamo allora quanto vorresti come aiuto economico? cosi si modifica l appello e viene fuori come e giusto che sia. penso sia corretto no?

  10. Questa DEVE essere una adozione. NON UNA TRANSAZIONE ECONOMICA. Niente compensi, niente vendite, niente aiuti economici, niente richieste di soldi da parte di nessuno.

    Chiarito questo, ribadisco che il nostro scopo (spero condiviso) è trovare una buona sistemazione per Shiro.

  11. Visto che sono stata tirata in ballo dirò anch’io la mia. Non credo che Claudio si riferisse a me quando si riferisce a una volontaria che ha minacciato di farti portare via il cane, ma a Sabrina, la volontaria di Vicenza che ha poi seguito la richiesta e che, se permetti, ha giustamente sbottato dato che ci hai preso in giro tutte quante e visto che io e Giulia abbiamo passato il sabato sera in area cani con te al telefono cercando di convincerti a non cambiare idea visto che alle 6 della mattina dopo Sabrina con il Sig. paolo (ipotetico adottante) sarebbero partiti da Vicenza per venire a conoscere Shiro. E ti assicuro che ti sei fatto scappare un’adozione d’oro per un mero discorso economico. Comunque posso confermare che hai chiesto 200€ per la cuccia e i suoi giochi e quando io ti ho detto che il suo futuro proprietario avrebbe voluto comprargli tutto nuovo sei sbottato. Ti ricordo anche che ci hai fatte offendere da tua mamma che ha voluto immischiarsi e che ha urlato al telefono (e l’hanno sentito tutti quelli che erano presenti in area cani in quel momento) che siamo delle persone poco serie e che cito “i cani si pagano altrimenti non c’é garanzia. Gli allevatori vanno tutelati perché sono persone brave e serie!” Questo é il mio racconto, per il resto penso debba dire la sua Sabrina visto che é stata chiamata in causa. Poi vedrà lei cosa fare. Non ho scritto per sollevare alcuna polemica, ma perché trovo giusto mettere in chiaro le cose come sono andate realmente. Auguro lunga vita a Shiro in una famiglia che decida di tenerlo tutta la vita e, se posso consigliare, possibilmente SENZA bambini.

  12. è possibile adottare il cane???

    • ciao Luca, per adottare Shiro bisogna contattare direttamente il proprietario al numero riportato sulla scheda. Se hai delle difficoltà mandaci pure una mail all’indirizzo info [chiocciola] akitarescue.it – molto spesso è difficile raggiungere Claudio al telefono.

  13. vorrei delle informazioni prima di contattare il proprietario!
    1. shiro presenta malattie attuali di qualsiasi genere?
    2. è un adozione? oppure il cane si vende???
    3. è davvero disposto a cedere shiro??

  14. Shiro è una “adozione esterna”: ovvero, il cane si trova presso il proprietario, non in una struttura che paghiamo noi, e l’unico supporto che possiamo dare è di far girare l’annuncio il più possibile tra persone interessate agli Akita. Di conseguenza nessuno dei nostri volontari (siamo ancora pochini) ha conosciuto Shiro direttamente, non è stato visitato da un veterinario o da un comportamentalista incaricato da noi – come succede invece per i cani che prendiamo in consegna. Per tutto quello che lo riguarda (salute, carattere, etc…), quindi, possiamo fare affidamento unicamente su quello che ci dice il proprietario.
    Come avrai letto nei commenti precedenti, noi abbiamo chiarito – spero in maniera definitiva – con Claudio che si DEVE trattare di un’adozione. Non abbiamo alcuna intenzione di dare visibilità e aiuto a qualcuno che vuole vendere un cane – soprattutto un cane come Shiro, bellissimo senza dubbio, ma PRIVO DI VALORE COMMERCIALE.
    Se davvero sei interessato al cane, ti consigliamo di procedere con calma: parla con Claudio, vallo a trovare, eventualmente fatti dare il numero di telefono del veterinario che segue Shiro per capire meglio quali sono le sue condizioni – Claudio ci ha detto che ha avuto uno shock da tosatura e secondo il veterinario ci vorranno un paio di anni prima che il pelo ricresca in modo regolare.
    Non buttarti in un’adozione se non sei sicuro di poterti occupare del cane al meglio, e valuta che ci sia anche un certo “feeling” tra di voi. Parla con Claudio per conoscere meglio Shiro, assicurati che il tuo stile di vita sia adatto alle sue esigenze, e se tutto va bene… avrai adottato un tesoro.

  15. ma Shiro come sta?? si hanno news?

    • La situazione del proprietario è cambiata, per cui crede di riuscire a tenerlo con sè e avere tempo e aiuto per occuparsene. Sto aspettando che mi dica qualcosa di definitivo per toglierlo dai cani in adozione…

  16. speriamo in bene!

  17. guarda in alto Mimi ^_^
    Shiro rimane a casa sua.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi